I Sapori Della Tradizione e Leggende di Pompei

Gastronomia

I piatti tipici di Pompei non erano mai uguali a se stessi, tra i fornelli gli chef amavano sperimentare. Tra gli alimenti di uso quotidiano non mancava mai il pane. Oltre al pane la cucina di Pompei si basava anche sulle verdure. Da reperti di cibo carbonizzati emerge un largo consumo del cavolfiore coltivato solo negli orti di Pompei antica. Considerato una specialità, questo alimento veniva soprattutto mangiato crudo e in grandi quantità perché molto leggero. Nei campi pompeiani trovavano spazio anche: diversi tipi di lattuga, broccoli, carote, rapa e basilico usato anche come erba medicinale. Sulla tavola dei Pompeiani la frutta rivestiva un importanza fondamentale, e spesso veniva servita come antipasto o alla fine come accompagnamento al dolce. Molto amati erano i fichi usati anche come condimento per il loro sapore dolce. Le olive invece venivano coltivate sui monti Lattari, raccolte direttamente da terra, venivano conservate sotto sale o aceto, i pompeiani ne ricavavano un olio profumatissimo. La tradizione culinaria pompeiana ci ha lasciato la famosa ricetta della ricotta fresca raffigurata in molti affreschi pompeiani. Per quanto riguarda invece un piatto tipico pompeiano a base di carne sono note le polpette avvolte nell’omento, ovvero la rete di maiale.

 

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: